La storia di Nebyat

La voce dei volontari

RICCARDO

Molti di noi la ricordano già dal 2006, quando piccolina entrò a far parte del “Day after day”, Nebyat dal dolce sorriso, con il viso da “donnina” che ha sempre avuto, è il primo grande risultato del nostro progetto.

Ha superato con buoni voti il 12° grado scolastico, e ad ottobre le istituzioni scolastiche l’hanno indirizzata e accolta in un college universitario governativo in Business and Economics in Addis Abeba.

Nebyat è una ragazza silenziosa, educata, pulita, sempre vestita con cura anche con abiti semplici, ha un portamento da ragazza “modello”, non solo esteriormente.

Infatti già da tre anni, oltre a frequentare il nostro centro del “Day after day”, Nebyat è stata a tutti gli effetti la “mamma di casa”: accudiva il fratello più grande e la sorella più piccola in assenza della madre. Nebyat è orfana di padre.

La madre fu costretta a cercare lavoro fuori Mekellè per trovare uno stipendio utile al pagamento della stanza dove vivevano, ed è ancora così.

Così lasciò a Nebyat la responsabilità della casa, cioè dell’unica stanza dove vivevano insieme.

Nebyat ha sicuramente sofferto, ma con la sua calma non ci ha mai chiesto nulla,   quando l’abbiamo vista in difficoltà, perchè in un periodo non frequentava la scuola per accudire la casa, l’abbiamo aiutata.

Nebyat piano piano ha trovato i modi ed i tempi giusti per tornare a scuola.

Negli ultimi 2 anni, ha fatto un percorso in salita, andando sempre avanti e collezionando  buoni risultati scolastici. Così a settembre è arrivata la buona notizia: Nebyat ha superato con buoni voti l’ultimo anno scolastico.

Agli inizi di ottobre è tornata al DAD ogni giorno per organizzare la sua partenza per il college in Addis Abeba. Ci ha chiesto una valigia ed una coperta ed è stato un piacere aiutarla a preparare il suo bagaglio con le cose che abbiamo voluto donarle.

I suoi amici più grandi coetanei del “Day after day” l’hanno voluta salutare e Nebyat abbracciandoli tutti gli ha detto: “mi raccomando fate bene le cose, vi aspetto ad Addis”.

L’ultimo giorno di Nebyat al Centro Day After Day Center con i suoi amici

Articolo precedente
Donare … perché?
Articolo successivo
Natale: un giorno come un altro

Post correlati

Nessun risultato trovato.

Menu

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra informativa cookie.